Photoshop – Lezione 9 – Utilizzo delle selezioni

In passato abbiam visto un modo utile per selezionare una parte dell’immagine, le maschere di livello.
A volte risulta tuttavia più veloce l’utilizzo di strumenti “automatici” in grado di selezionare ciò che serve.

Strumenti di selezioneQuesti sono gli strumenti pricinpalmente usati per le selezioni e si dividono in tre macro categorie:
selezioni geometriche, selezioni con lazzo e selezioni con bacchetta che si basano sul contrasto e sulla luminosità dei colori, quindi dei pixel.
Analisi dei 3 strumenti di selezione

Le selezioni geometriche, come si può capire dal nome, utilizzano forme geometriche per effettuare la selezione, sono comode in alcune situazioni ma in ambito fotografico difficilmente ci troviamo a selezionare delle figure perfettamente geometriche.

Mi soffermo solo sui primi due strumenti (gli altri son molto semplici e ne accennerò solamente l’utilizzo).

La selezione rapida (nell’immagine “Quich Selection Tool”) consente di selezionare in maniera rapida e abbastanza efficiente delle forme geometriche, dei pattern e delle zone con evidenti differenze luminose. Difatti questo strumento utilizza il contrasto tonale e luminoso tra le aree di selezione e delle forme geometriche.
E’ piu facile utilizzarlo che spiegarlo, semplicemente basta trascinare il “pennello” di selezione sull’immagine, nel caso vi “sfugga” la bacchetta e la selezione fosse abbondante potete sempre tornare indietro nella selezione tenendo premuto il tasto “ALT” e passare il pennello sulle zone che volete rimuovere.

La bacchetta magica e’ ancora piu facile da usare una volta compreso il suo funzionamento (che e’ assai meno magico della selezione rapida).

Essa utilizza un range di luminosità impostato dall’utente per selezionare pixel simili a quello desiderato. Potete scegliere varie opzioni ma in generale non vi servirà molto come strumento (seppur facile da usare) e vi farà perder tempo nel recuperare l’eccesso di selezione (non è in grado di distinguere gli oggetti come invece fa la selezione rapida).

Infine abbiamo la serie di strumenti “Lazzo” che si basano sulla capacità manuale dell’utente di definire le aree da selezionare tramite strumento manuale, geometrico e “magnetico” (si appiccica sui bordi degli oggetti selezionati).

About the Author:

Leave A Comment