Newsletter, sviluppiamola insieme – Lo studio di una DEM

Newsletter, sviluppiamola insieme – Lo studio di una DEM (Direct Email Marketing) richiede tempo e attenzione da dedicare al nostro prodotto.

Nello specifico avete letto un articolo su “Newsletter, sviluppiamola insieme – introduzione”  abbiamo fatto una veloce introduzione all’argomento DEM, a cosa servono e perché sono comode e fondamentali per il vostro piano di comunicazione.
Mentre in quest’altro articolo, “Newsletter, sviluppiamola insieme – differenze tra web” e mail abbiamo visto le differenze principali tra una pagina HTML tradizionale e una DEM. Niente risorse esterne per gli stili e niente file Javascript esterni.

Abbiamo capito con questi due articoli, che l’obbiettivo di una DEM non è tanto lo stupire il destinatario con effetti grafici, quanto consentirgli una facile e veloce fruizione delle informazioni.

Proprio per questo, ho sviluppato un codice sorgente veloce e privo di elementi inutili. Troverete nel codice che vi proporrò, solamente dei commenti che vi aiuteranno nello sviluppo della vostra prima DEM.

Prima di iniziare a scrivere il codice HTML di una DEM, solitamente i grafici realizzano una bozza grafica della DEM che deve uscire. Possiamo sintetizzare il lavoro come una serie di riquadri con testo o immagini. Personalmente sintetizzo il tutto facendomi una bozza su un pezzo di carta dove le immagini sono rappresentate da una superficie ed i testi sono sostituiti da delle righe parallele. In questo modo riesco a ordinare visivamente l’ordine delle sezioni che poi andrò a comporre.

Infatti, con il codice sorgente che andremo a costruire insieme, vi fornirò tutto gli elementi per costruire pezzo per pezzo la vostra prima DEM o newsletter.

Questo concetto grafico, è lo stesso che si ritrova in molte piattaforme dedicate alla realizzazione di newsletter, per esempio MailChimp o MailUp. Tutte queste piattaforme, ci consentono di costruire una newsletter con dei blocchi, un po’ come fossero dei mattoncini Lego.

Quando ho bene in mente il layout che dovrà assumere la newsletter, inizia il divertimento. Inizia la vera e propria stesura del codice che comporrà la newsletter. Ma questa è un’altra storia che vedremo nelle prossime puntate!